Il Fondatore

880272_d747a92bb30c4e2ba13946c9b0d6a24e_mv2.webp

Gian Piero Turchi è Professore Associato Confermato presso l’Università degli Studi di Padova, docente negli insegnamenti di Psicologia Clinica e Psicologia delle Differenze Culturali.

Nel corso della sua carriera accademica ha dedicato le sue attività allo studio dell’epistemologia e delle discipline scientifiche, in particolar modo interrogandosi sul fondamento delle teorie in ambito psico-sociale. Sulla scorta di questi studi, 40 anni fa ha fondato insieme ai suoi collaboratori il programma di ricerca della Scienza Dialogica, che ha focalizzato i suoi sforzi nella formalizzazione della regola d’uso del linguaggio ordinario (Wittgenstein, 2009), arrivando a definire, nel 2014, la prima Tavola Periodica Semi-Radiale dei Repertori Discorsivi (Turchi & Orrù, 2014). 

In virtù dell’uso della Tavola e degli indici di misura che vengono utilizzati (Peso Dialogico e Momento Dialogico), Gian Piero Turchi, insieme al gruppo di ricerca di cui è Responsabile Scientifico, ha applicato le scoperte nel campo del linguaggio naturale a ambiti tra loro distinti: dalla salute alla coesione sociale, dall’oncologia alla giustizia riparativa, dalle tossicomanie alle emergenze umanitarie e sociali ecc. I risultati di queste applicazioni gli hanno consentito di ricoprire ruoli all’interno della comunità quali la Presidenza del Foro Mondiale della Mediazione, la Direzione del Master Interateneo “La mediazione come strumento operativo all’interno degli ambiti familiare, penale, comunitario, civile e commerciale” (Università degli Studi di Padova e Brescia)”, la Supervisione unica entro il Servizio anti-suicidi della regione Veneto “InOltre”.

Ad oggi continua a contribuire al programma di ricerca della Scienza Dialogica di cui è  Responsabile Scientifico.